Acqua minerale in bottiglia e Acqua Alcalina

Acqua minerale in bottiglia, sai cosa bevi?

Vorrei portare la tua attenzione su un aspetto molto importante, il consumo di acqua minerale in bottiglia

Che tipo di acqua beviamo?

Abbiamo visto negli articoli precedenti che il consumo della corretta quantità e della giusta acqua può fare la differenza nella nostra salute e nella nostra vita.

acqua alcalina

Acqua minerale in bottiglia

Prima di parlare dei tipi di acque, vorrei dedicare qualche riga ad un aspetto che dobbiamo prendere in considerazione.

Oggi sul nostro pianeta c’è più di un miliardo di persone che non dispone di acqua potabile, e fra poco più di un decennio, se la tendenza non cambia, saranno circa 3 miliardi le persone che non avranno accesso all’acqua potabile.

Il significato di queste cifre è ben chiaro, ovvero che il diritto alla vita viene negato a centinaia di milioni di persone nel mondo.

Cambiare paradigma nei confronti della salute, dell’importanza dell’acqua e del tipo di acqua che solitamente viene bevuta, può aiutare a prendere coscienza e contribuire a creare un’inversione di tendenza.

Ecco perché è importante capire che tipo di acqua beviamo.

Gli Italiani sono detentori del record mondiale per ciò che concerne il consumo di acqua minerale in bottiglia, con una media di circa 170 litri a testa.

Questi sono dati ripresi dal mio libro Acqua e Coscienza, pubblicato nel 2009, e si riferiscono a quell’anno.

kangen

Acqua e Coscienza – Dott. Francesco Oliviero

Per fortuna oggi il consumo di acqua minerale in bottiglia inizia ad avere un lieve calo, anche grazie alla capillare informazione non ufficiale che sta prendendo piede.

Sappiamo che circa l’80% degli Italiani consuma acqua minerale in bottiglia e che in Italia esistono centinaia di marche.

A parte qualche rara eccezione, l’acqua minerale in bottiglia viene conservata nella plastica, e sappiamo molto bene quanto essa sia pericolosa per la salute degli esseri umani, dato che non è un elemento che si trova in natura, ma un derivato del petrolio.

Inoltre la plastica non è un materiale biodegradabile e quindi non si deteriora, ma è praticamente indistruttibile;  basta pensare che ogni bottiglia di plastica che finisce in mare può arrivare a durare circa 1000 anni.
Puoi richiedere l’Ebook gratuito sugli usi di Acqua Kangen cliccando qui, che ti verrà inviato nella tua email insieme alle informazioni commerciali

disintossicazione

Usi di Acqua Kangen

L’inquinamento da plastica e da bottiglie di plastica è diventato di proporzioni terrificanti, e sta distruggendo l’ecosistema e migliaia di animali.

E le imprese che gestiscono gli affari dell’acqua minerale in bottiglia generano delle cifre di denaro che sono stratosferiche.

Basta immaginare che un litro di acqua minerale in bottiglia arriva a costare dalle 500 alle 3000 volte più dell’acqua potabile, ed è quindi molto facile comprendere quali siano i giganteschi interessi economici dietro il commercio dell’acqua minerale in bottiglia.

In aggiunta, devi sapere che quasi la metà dell’economia legata al petrolio deriva dal mercato dell’acqua minerale in bottiglia.

Anche bere l’acqua che viene fornita dagli acquedotti comunali è un grosso problema, anche a causa del cloro che viene aggiunto all’acqua per prevenire la proliferazione dei batteri.

Recenti studi hanno evidenziato quali siano i danni che può provocare il cloro alla sostanza organica, quindi anche agli esseri umani.

Per approfondire il tema sui danni che potrebbe causare il cloro, clicca qui.

Si è scoperto che il cloro potrebbe andare a generare uno spettro di frequenze che andrebbe a modificare in senso negativo il pensiero umano.

Inoltre il cloro, oltre che essere cancerogeno, potrebbe anche alterare il DNA umano.

In alcuni casi si utilizza persino il fluoro, che va a danneggiare della particolari aree del cervello, dove vi sono le sedi della volontà.

Anche il fluoro è una sostanza cancerogena.

Inoltre in alcuni Comuni vi sono anche tracce di arsenico all’interno dell’acqua di acquedotto.

Queste informazioni oggi sono per fortuna alla portata di tutti, e molte persone hanno scelto di consumare acqua minerale in bottiglia per ovviare al problema del cloro e delle sostanze chimiche nell’acqua del rubinetto.

La cosa folle è che, nella maggior parte dei casi, si usa l’acqua minerale in bottiglia per bere e l’acqua di acquedotto clorata per cucinare!

Non tutti sanno che il cloro, per esempio, è una di quelle sostanze che non evapora quando l’acqua viene portata ad ebollizione.

Quando l’acqua raggiunge la temperatura di bollitura, il cloro si trasforma in sostanze chimiche chiamate fenossibenzamine, cancerogene, soprattutto a livello renale.

La tendenza dell’ultimo decennio, che ora sta diminuendo, è stata quella di rivolgersi verso l’acqua ad osmosi inversa, per ovviare al problema dell’acqua minerale in bottiglia e dell’acqua del rubinetto.

Si è scoperto, ormai da qualche anno, che l’acqua ad osmosi inversa ha una grave carenza di minerali biodisponibili per il corpo umano, e quindi non va assolutamente bene.

Inoltre è un’acqua ossidata con un potenziale di ossido riduzione positivo, che va ad inquinare il corpo e favorisce la formazione di radicali liberi.

Nel nostro meraviglioso corpo abbiamo 100 mila miliardi di cellule, un numero impressionante.

In ognuna di queste cellule avvengono 40.000 reazioni biochimiche al secondo, e per far si che ciò accada è di fondamentale importanza che vi siano dei minerali biodisponibili per il corpo.

Questi minerali biodisponibili per il corpo non vengono solo presi dal cibo che ingeriamo, come molti pensano, ma vengono assunti soprattutto dall’acqua.

Da qui nasce la domanda, e si comprende quanto sia importante la risposta: che tipo di acqua dobbiamo bere?

La migliore acqua da bere deve avere queste tre caratteristiche: essere alcalina, antiossidante e microclusterizzata. Come Acqua Kangen.

Il consumo di acqua minerale in bottiglia è un business da miliardi di euro

One Response to “Acqua minerale in bottiglia e Acqua Alcalina

  • Salve. Vorrei capire meglio come è possibile che dei minerali presenti nell’acqua, immagino di provenienza non organica, possano essere assimilati dall’organismo.

    I fautori del consumo di acqua distillata sostengono che solo i minerali privenienti da frutta e verdura possono essere assimilati. Potete chiarire, per cortesia?

    L’acqua Kangen può essere vitalizzata a valle ed a monte del suo processo?

    E’ necessario un pre filtro a carboni attivi sull’impianto?

    Grazie e cordiali saluti.
    Aurelio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.